Addio a Sandro Pozzoli, l’ultimo degli artigiani

VALLE – Addio a uno degli ultimi artigiani. Il saluto ad Alessandro Pozzoli, per tutti Sandro, è stato dato lunedì mattina. L’uomo, 81 anni, era un mobiliere. Dalle sue mani sapienti nascevano oggetti d’arredamento noti in tutto il territorio. Era in società col padre di un sindaco storico, Giacomo Crosta, ed è stato anche presidente della casa di riposo Don Ventura quando era ancora Ipab, Istituto Pubblico di Assistenza e Beneficenza, nella seconda metà degli anni Ottanta per un solo mandato. Pozzoli era malato da tempo. Anche il mobilificio, con annesso laboratorio di falegnameria, era chiuso. Per un po’ proprio il figlio dell’ex primo cittadino Crosta, Paolo, aveva portato avanti tutto. Pozzoli era un socialista vecchio stampo e lascia la moglie, Tina Martinoli, insieme ai due figli Mario e Cecilia. Lo ricorda Marco Feccia, ex presidente della biblioteca di Valle. “Era un amico, un valente artigiano – sono le sue parole di cordoglio – un uomo impegnato in politica quando i principi fondativi di una formazione partitica erano capisaldi irrinunciabili. Sandro è sempre rimasto fedele interprete di questi valori morali e culturali. Ha ricoperto il ruolo di presidente del Don Ventura manifestando capacità propositiva e passione umana senza mai sottrarsi al confronto, senza mai trascurare l’interesse generale. Con lui si dirada ancor più la nobile “famiglia” degli artigiani, tasselli preziosi di un lavoro eseguito soprattutto con il cuore”.