AAA, Parona cerca un nuovo gestore del campo sportivo

PARONA – Cercasi gestore del campo sportivo. Il Comune ha deciso di interrompere la convenzione con l’Asd Parona: una clausola prevede la possibilità da parte del Comune di rescindere. L’associazione ha tempo sino al 30 luglio per restituire tutti i beni concessi in uso.

“La decisione è dolorosa – spiega il consigliere comunale di maggioranza Claudio Ambrosetti, che ha seguito la questione – ma inevitabile. Di fatto il Parona non esiste più, essendo rappresentato dalla sola persona del presidente Tommaso Oliva. Prima il Comune si interfacciava con un numero di persone via via sempre più esiguo. L’impianto è inutilizzato, con dei costi per il Comune. Prima che sospendessero tutto per via del Covid gli amatori giocavano ad Albonese. C’era il torneo in memoria di Massimiliano Bova, sparito anch’esso da qualche anno. Proveremo a ripartire affidandoci ad altri, ci sono colloqui in corso”.

Probabilmente si saprà il nome del nuovo gestore dell’impianto di via Case Sparse per Cilavegna tra la fine di luglio e l’inizio di agosto. Una diaspora oggettiva, quella della società guidata da Oliva, che ha un organico all’osso dal punto di vista dirigenziale. Ma secondo Oliva quella del Comune è una decisione ingiusta.

“La convenzione – dice il presidente – è stata rinnovata nel 2017, ma la squadra Amatori, l’unica, non ha mai potuto giocare al campo sportivo per colpa dei mancati lavori da parte del Comune. Un terreno impraticabile invaso perfino dalle talpe. Così abbiamo dovuto chiedere ospitalità prima a Gravellona e poi alla Garbana, pagando 100 euro a partita. Infine Albonese, con la sinergia con la Polisportiva che metteva a disposizione anche il terreno di gioco, inutilizzato da un anno e mezzo per via della pandemia. In quello di Parona, nel frattempo, i primi lavori erano stati annunciati nella primavera 2020. Il Comune ci ha consegnato il campo, definendolo “a posto”. Per noi i problemi non erano assolutamente risolti: è ancora impraticabile”.

L’accusa di Oliva è chiara: “Nonostante le spese sostenute da parte dell’Asd Parona e i solleciti, i lavori sono iniziati tardi”.

Solo gli allenamenti si sono svolti a Parona, nel campo piccolo adiacente.

“Giovedì – prosegue Oliva – ci troveremo per decidere. L’intenzione è trovare un altro campo e proseguire l’attività”.

Davide Maniaci