L'Informatore Lomellino
 
 


Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

Ospedali in provincia di Pavia,
dai tagli alle razionalizzazioni


Con la quarta puntata dell’inchiesta Sanità portiamo all’attenzione dei lettori una proposta operativa, concreta, praticabile, per dare all’assistenza ospedaliera in provincia di Pavia un nuovo assetto, più funzionale, migliorativo dei servizi ai cittadini, meno costoso per le casse pubbliche, cioè per i costi che ricadono sui cittadini. Un’alternativa concreta ai tagli che in modo ben poco chiaro vengono ventilati, smentiti, poi confermati. Purtroppo senza che mai siano detti con chiarezza gli obiettivi da raggiungere. Un fatto oltremodo disdicevole se pensiamo che i “padroni” della Sanità pubblica sono i cittadini e che in questo modo a loro si nascondono i programmi e i progetti. Come se i muratori che costruiscono una casa nascondessero il progetto a chi la vuol costruire. Ovvio che in questo clima il vero sospetto è che questi progetti siano almeno penalizzanti per i cittadini stessi e che per questo vengano tenuti segreti. In termini lomellini si direbbe che si vuole pelare l’oca (il cittadino) evitando che questo strepiti


Leggi l'Editoriale completo


Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili


sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
  IN PRIMO PIANO


Mortara: sabato l'intitolazione dei giardini di piazza Italia ad Andrea Massucchi

MORTARA – Sarà scoperta sabato prossimo, 22 aprile alle 11, la targa per l’intitolazione ad Andrea Massucchi dell’area verde di piazza Italia, davanti alle scuole elementari. Una cerimonia per stringere in un abbraccio corale la città di Mortara e il suo più grande atleta, quell’Andrea Massucchi capace di grandi imprese, ma vittima di un tragico destino il 19 novembre 1997. “Abbiamo scelto di intitolare lo spazio prospiciente alla Teresio Olivelli – spiega l’assessore all’urbanistica Luigi Tarantola – ad un ragazzo formidabile che ha conquistato un posto nella storia dello sport e nei cuori dei mortaresi. La famiglia di Andrea che ha apprezzato la nostra scelta e la condivide in pieno, tanto che la targa è stata realizzata proprio da Renato Massucchi”. L’idea dei “Giardini Andrea Massucchi” è nata da un colloquio tra l’assessore Luigi Tarantola e Giovanni Rossi, direttore del l’Informatore Lomellino, che di Andrea è stato grande amico. La cerimonia di inaugurazione sarà accompagnata da una funzione religiosa officiata da don Gianni Camana. Inoltre, per l’occasione, l’amministrazione inviterà le autorità civili e sportive per rendere omaggio a quel ragazzo che nel 1996 conquistò la medaglia d’argento ai mondiali di San Juan de Porto Rico nella specialità del volteggio. Il punto più alto di una carriera da predestinato. E la polvere di magnesio sembrava essere la coda luminosa di un astro nascente. Fino al mortale incidente automobilistico del 1997.

 

Zps a rischio estinzione? Futuro Sostenibile sulle barricate

Regione e Provincia fanno marcia indietro sulle Zps e studiano una riduzione delle Zone a protezione speciale. In altre parole meno spazio per la tutela ambientale e maggiori possibilità di estendere le aree coltivate. Ma non solo, con la riduzione delle Zps aumentano anche le possibilità per l’insediamento di siti produttivi di qualsiasi tipo. Tornano le preoccupazioni da parte dell’associazione “Futuro Sostenibile” sul futuro incerto della Zps (zona a protezione speciale) denominata “Risaie della Lomellina,” di cui Mortara e altri comuni limitrofi fanno parte. In sostanza queste aree vengono prima individuate dagli stati membri dell’Unione europea, poi delimitate lungo le rotte di migrazione dell’avifauna e diventano essenziali per la conservazione delle popolazioni di uccelli selvatici migratori. Essendo zone sottoposte a rigidi vincoli naturalistici e di salvaguardia della fauna, la loro presenza provocherebbe, a detta di alcuni agricoltori, una sensibile riduzione della produttività risicola, mettendo in pericolo le aziende comprese nel perimetro. Ad evidenziare dall’altra parte i rischi di un’eventuale ridimensionamento, sono gli ambientalisti di “Futuro Sostenibile”, che non esitano a condannare l’inversione di rotta da parte delle istituzioni. “La provincia di Pavia e Regione Lombardia stanno lavorando per modificare strutturalmente e giuridicamente la normativa relativa alla zona a protezione speciale “Risaie della Lomellina” – dichiarano in un comunicato stampa - a dar man forte agli amministratori, sono scesi in campo le rappresentanze degli agricoltori che puntano all’abolizione totale della Zps ed alcuni sindaci che denunciano vincoli eccessivi nella loro attività programmatoria”. L’ombra del ridimensionamento, o peggio l’abolizione, di questa superficie che sfiora i 31 mila ettari di estensione preoccupa, e non poco, i membri di “Futuro Sostenibile”. “Oggi gli agricoltori dimenticano che la presenza della Zps ha rappresentato un elemento fondamentale che ha portato alla bocciatura dell’autostrada Broni-Stroppiana – continuano nella nota pubblicata settimana scorsa - garantendo così la salvaguardia di una notevole quantità di aziende che sarebbero state (questa volta sul serio) danneggiate da quel devastante impatto”. E secondo l’associazione, i benefici sarebbero stati nettamente superiori ai danni economici. “Ci preme ricordare che a fronte di limitazioni e vincoli modesti che non hanno in alcun modo compromesso la reddittività degli agricoltori né hanno determinato stravolgimenti nei piani urbanistici redatti dai Comuni – spiega Alda La Rosa, presidene dell’associazione Futuro Sostenibile in Lomellina - si è verificato un significativo miglioramento delle condizioni dell’habitat, che ha consentito un notevolissimo aumento della presenza di uccelli migratori e stanziali (fino a qualche anno fa a rischio di scomparsa)”.


  AGENDA
Venerdì 21 aprile, ore 21 Mortara Festival dialettale: Compagnia dialettale mortarese (Auditorium)
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile