L'Informatore Lomellino
 
 

Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

I fanghi, i sindaci
e le leggi


Tirando le somme dopo la grande manifestazione “No fanghi” di Mortara e il giro di opinioni dei sindaci lomellini sul tema dello smaltimento e rifiuti in agricoltura in ambito locale, si trovano molti spunti di riflessione. Premesso che alla base resta sempre la regola che vuole che i cittadini hanno gli amministratori che si meritano. In primo piano c’è stato lo straordinario successo della manifestazione organizzata il 28 marzo dal Comitato no fanghi. Un successo che non ha precedenti nella storia di Mortara, una grande festa della consapevolezza e dell’impegno civile, in un clima di allegria, di creatività, di vera festa della gente per la gente.


Leggi l'Editoriale completo


A.A.A. Gli annunci
nella cuccia



Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili


sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
  IN PRIMO PIANO



Mortara: rapina al ristorante, in tre arraffano sei casse di vino

MORTARA - “Non chiamare nessuno altrimenti ti ammazzo di botte lì dove sei!”. E detto questo i tre rapinatori hanno costretto il locandiere a consegnare le scorte di vino e bibite custodite nella cucina della trattoria. Bevande che qualche ora dopo sono “ricomparse” nel retro di un altro bar mortarese. Per questo, dopo una breve e brillante attività investigativa, lunedì i carabinieri hanno denunciato complessivamente cinque lomellini per i reati di rapina in concorso e di ricettazione in concorso. Proseguono le indagini avviate dai carabinieri cittadini per definire i contorni della rapina commessa domenica sera ai danni del bar trattoria “Dai sapori contadini”, in contrada San Dionigi, dove tre balordi hanno atteso che nel locale fosse presente solo un dipendente, un 32enne residente a Zeme, per minacciarlo e costringerlo a consegnare loro le scorte di vino e bibite. Una volta ottenuto quello che volevano, in totale sei casse di vino e una trentina di lattine di bevande varie, i tre hanno caricato la refurtiva a bordo di un’auto con cui si sono velocemente allontanati. Avvisati dal titolare della trattoria, i militari dell’Arma hanno subito avviato le indagini riuscendo in breve a risalire all’identità dei presunti responsabili. Secondo le accuse si tratta di tre pregiudicati tutti residenti a Mortara: un pizzaiolo di 41 anni, un agricoltore di 58 anni, e un operaio di 52 anni, che sono stati denunciati a piede libero per il reato di rapina in concorso e ricettazione. Ma non solo. Grazie alla tempestività con cui sono scattate le ricerche, i militari cittadini, coordinati dal maresciallo Massimo Rufini, sono riusciti a scoprire dove era stata portata la refurtiva. Che poco dopo è stata infatti trovata nascosta nel retro di un bar di strada Pavese. Per questo motivo i titolari dell’esercizio, un 60enne e un 30enne, entrambi residenti a Rosasco, sono stati denunciati per ricettazione in concorso. Adesso le indagini dei militari sono volte ad accertare se i baristi abbiano acquistato dai tre malviventi le casse di vino per poi rivenderle nel loro locale o se si siano prestati solamente per nasconderle.

 

Fanghi, Mortara va alla conferenza dei servizi con l'avvocato

MORTARA -È ora di decidere: o con il territorio, oppure a favore della ditta del “rudo”. È l’ora della verità per il futuro della ditta EcoTrass, infatti la provincia di Pavia ha fissato per l’8 maggio la conferenza dei servizi relativa all’insediamento in area Cipal. Per l’occasione i rappresentanti del Comune di Mortara si presenteranno accompagnati da un avvocato che fornirà un’ulteriore supporto legale al parere contrario più volte espresso dal sindaco Marco Facchinotti. “Si tratta di un passaggio decisivo – spiega il primo cittadino – dopo il quale la provincia, a cui spetta l’ultima parola, dovrà prendere una decisione definitiva. Mi auguro che Daniele Bosone tenga conto della mobilitazione straordinaria che c’è stata anche attraverso la catena umana. Una manifestazione alla quale hanno partecipato anche importanti esponenti del Partito democratico come Alberto Lasagna e Giuseppe Villani. Mi auguro che almeno loro siano riusciti a persuadere Bosone a negare il permesso alla EcoTrass. Da parte nostra, come amministrazione cittadina, abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere, compresa una causa civile che è ancora in fase di discussione. Il Cipal non ha mai consegnato al Comune le aree standard che ci spettano di diritto e, per questo, non potrebbe disporre liberamente del terreno che intende vendere alla ditta fanghi”. Alla conferenza dei servizi è stata invitata a partecipare anche l’associazione Futuro sostenibile. Un diritto acquisito essendo stata l’unica associazione, alla faccia della stuolo di presunte associazioni ambientaliste, a presentare osservazioni al progetto proposto da Eco-Trass il 30 gennaio 2014. “Per noi - commenta Alda La Rosa, presidente dell’associazione - sarà nuovamente l’occasione per essere portavoce degli interessi dei cittadini lomellini così come facciamo costantemente da 8 anni”.


  AGENDA
Sabato 18 aprile, ore 21 Auditorium Saggio del laboratorio del liceo Omodeo "Teatrando"
Domenica 19 aprile, ore 21:15 San Lorenzo Concerto del coro "La corale" - iniziativa "Una goccia per la vita"
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile