L'Informatore Lomellino  
 
 


Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

La Giustizia,
questa sconosciuta


Il caso della discussa eredità di Giovanna Mantica, scomparsa nel giugno del 2010, oltre quattro anni fa, riapre il tema centrale di una nazione che annaspa: la giustizia. Un tema che deriva dalla difficoltà di interpretare cosa accade oggi in un Paese che fu la culla del diritto ed oggi è ridotto a non essere più comprensibile dei suoi cittadini. E il caso Mantica, come esempio locale, merita di essere citato come minuscolo esempio di una realtà ben più allargata e complessa, che abbraccia tutta Italia. Perché se l’Italia oggi è chiusa fuori da molte stanze che contano, in Europa e nel mondo, è per la mancanza di un sistema giudiziario efficace, che funziona. Una fatto notissimo ai governi che da 30 anni a questa parte.Notissimo anche al giovane Matteo Renzi, che, citando l’articolo 18 dello statuto dei lavoratori come tappo all’arrivo di imprese straniere, mente sapendo di mentire.

.


Leggi l'Editoriale completo


A.A.A. Gli annunci
nella cuccia



Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili

 

LE NOSTRE GALLERIE DI IMMAGINI


Le lettere e i disegni
per la Festa del Papà


Quinta festa di Sant'Albino


 

sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
 
  IN PRIMO PIANO


Allarme inquinamento: aspettando i dati Arpa cresce la paura tra i sindaci

MORTARA – A caccia di veleni in aria, terra e acqua, e la paura si diffonde tra i sindaci lomellini. Tutto è finito sotto la lente di ingrandimento di Arpa, l’agenzia pronta a capire lo stato di salute del territorio dopo la firma del protocollo di intesa che la settimana scorsa ha coinvolto Mortara, Olevano, Parona e Vigevano. Che la qualità dell’aria sia pessima sembra un dato assodato. Eppure la gravità della situazione potrebbe essere ancora più drammatica di quanto non si possa immaginare, tanto che al momento della firma del protocollo di intesa, avvenuto nei giorni scorsi a Pavia, il clima di preoccupazione ha fatto correre un brivido lungo la schiena del primo cittadino. E già si teme l’esito dei controlli sugli agenti inquinanti presenti nel terreno. “Nel corso dell’incontro – spiega il sindaco Marco Facchinotti – non sono stati menzionati dati precisi, ma devo ammettere che il clima lasciava intendere che i risultati in arrivo saranno piuttosto seri. Se l’aria può essere ripulita da un temporale, così non è per gli agenti che si depositano in terra. Certo non voglio creare allarmismo, ma le facce scure dei rappresentanti di Arpa non lasciano intendere nulla di buono. Per questo abbiamo chiesto che al più presto ci vengano consegnati i risultati definitivi”. D’altra parte l’indagine, partita già da alcuni mesi, non si limita all’analisi dell’aria, ma indaga anche le ricadute sul terreno degli agenti inquinanti. E qui si teme il peggio, a partire dalla concentrazione di diossine. Intanto i quattro Comuni coinvolti nel progetto condotto da Arpa Pavia hanno messo sul piatto una somma complessiva di 68 mila euro, dei quali 37mila sborsati direttamente da Regione Lombardia. Invece il municipio di piazza Martiri della Libertà contribuirà con circa 3mila euro, mentre Parona stanzierà la somma più cospicua, cioè circa 15mila euro. Se lo scopo dell’accordo è di orientare correttamente le politiche ambientali allora sembra che le amministrazioni locali si stiano muovendo con colpevole ritardo e vogliano chiudere il recinto quando ormai i buoi sono scappati.

 

Mortara: il Pollini all'ex pretura, che ne sarà di palazzo Lateranense?

MORTARA – Per i ragazzi dell’istituto Pollini si prospetta un anno in pretura, o meglio, all’ex pretura. Infatti sembra quasi certo il trasferimento degli alunni della sezione alberghiera, oggi ospitati nei locali di palazzo Lateranense, presso l’edificio comunale di piazza Guida, una volta sede della pretura. La soluzione dovrebbe riguardare solo l’anno scolastico 2015-2016, in attesa che la riqualificazione dell’ex Sant’Ambrogio permetta a tutti gli iscritti al Ciro Pollini di traslocare in un’unica sede. Eppure il condizionale è ancora d’obbligo, infatti per l’utilizzo dell’immobile di piazza Guida manca ancora il parere definitivo della Provincia. Proprio per questa ragione appena dopo il periodo natalizio l’assessore provinciale Visponetti, accompagnato dal sindaco Facchinotti, effettuerà un sopralluogo per verificare le condizioni della struttura. “È vero che abbiamo inserito l’ex pretura tra gli immobili alienabili – spiega Marco Facchinotti – ma è molto improbabile che in un periodo economico come questo qualcuno sia disposto ad acquistarla. Meglio percepire un affitto da parte della Provincia e impiegare la struttura come sede temporanea del Pollini. Inoltre si tratta di un istituto con punte di eccellenza di cui la città deve essere orgogliosa. Proprio per questo la scuola merita una sede più adeguata rispetto a palazzo Lateranense che, pur non avendo criticità dal punto di vista della sicurezza, non è adatta per ospitare un istituto superiore”. Ma se da un lato sembra risolversi la questione della sede del Pollini, dall’altro si aprono le incognite sul futuro di palazzo Lateranense. “Il mio sogno – conclude il sindaco- è farne un centro di ricezione del turismo religioso, magari attraverso gli investimenti di qualche privato. Se ci fossero le risorse preferirei sistemare palazzo Lateranense prima, ad esempio, del Teatro”.


  AGENDA
Venerdì 19 dicembre, ore 21 Auditorium Mortara on stage: concerto di Natale
Sabato 20 dicembre, ore 21 Basilica di S. Lorenzo Concerto di Natale della Corale laurenziana
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile