L'Informatore Lomellino  
 
 

Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

Salvare il destino dei profughi

Il tema della fuga dei profughi eritrei mandati a Robbio, affrontato la scorsa settimana in modo satirico, merita un approfondimento più “serio”, perché si tratta di un argomento di scottante attualità, pur nell’atmosfera da baraccata del mundial di calcio. Lo dimostra il quotidiano cattolico, “Avvenire”, che lo scorso venerdì 20 giugno ha dedicato la prima pagina proprio a questo tema. Solo due giorni dopo la pubblicazione del nostro intervento sul triste caso robbiese. Il giornale racconta nei dettagli l’odissea di due fratellini eritrei di 17 e 14 anni che in un viaggio durato 18 mesi sono fuggiti dalle atrocità della loro nazioni e sono giunti in Sicilia. Da gennaio sono 58.000 le persone sbarcate in Sicilia per sfuggire dalle guerre e dai massacri.


Leggi l'Editoriale completo


A.A.A. Gli annunci
nella cuccia



Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per tutto il 2014

LE NOSTRE GALLERIE DI IMMAGINI


Le lettere e i disegni
per la Festa del Papà


Quinta festa di Sant'Albino


 

sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

 
  IN PRIMO PIANO




Mortara, il dramma di Veruska Pavia: stroncata dal male a 26 anni

MORTARA – Si terranno domani, giovedì, alle 11, presso l’abbazia di Santa Croce, le esequie di Veruska Pavia, uccisa a soli 26 anni da un male improvviso che non le ha lasciato scampo, probabilmente un’emorragia cerebrale provocata da un aneurisma per il quale aveva programmato un intervento chirurgico. La giovane si è spenta lunedì mattina nel reparto di Rianimazione del policlinico San Matteo dove era ricoverata da sabato. Studentessa meritevole del liceo linguistico Omodeo a Mortara, diplomata nel 2007, discendente da una vera dinastia originaria di Cergnago, con il padre Eugenio scomparso pochi anni fa, Veruska aveva saputo farsi apprezzare per il suo carattere solare e per lo spiccato spirito di iniziativa. Da qualche anno aveva concretizzato la sua predisposizione verso l’arte realizzando monili di ottima fattura, tanto da diventare una delle colonne della biblioteca mortarese proprio come insegnante di questa espressione del “fai da te”. “Me ne parlavano benissimo – ricorda il sindaco mortarese Marco Facchinotti – come una delle più attive partecipanti del Civico17. Teneva dei corsi interessanti e le sue giovani allieve la seguivano con tanta simpatia. La vita non le aveva regalato molte fortune, ma lei sapeva reagire con forza e con la volontà dei suoi anni. Questa scomparsa mi addolora molto e addolora tutti quelli che frequentavano la biblioteca. Ci mancherà”. Le cause della morte improvvisa non sono ancora state accertate. Pare però che nelle scorse settimane avesse effettuato controlli ospedalieri per un aneurisma cerebrale che doveva essere operato in questi giorni, ma gli accertamenti clinici avrebbero evidenziato una leucemia, rendendo indispensabili ulteriori analisi cliniche. Così almeno raccontano i conoscenti che oggi sono straziati dal dolore per una perdita ingiusta. I funerali si terranno giovedì nell’abbazia di Santa Croce, alle 11. I social network ora sono affollati di partecipazioni e di ricordi tenerissimi, come sempre accade quando una giovane vita si spegne. Ingiustamente.

 

Mortara: i costi della differenziata. Tarantola all'attacco: "Sono polemiche politiche!"

MORTARA – “Fare polemica non ha senso. Le proteste avevano un chiaro taglio politico e di certo non fermerò la differenziata per quattro persone”. L’assessore Luigi Tarantola stronca immediatamente ogni dissenso emerso lo scorso lunedì all’incontro con i cittadini della “Mortara sud” che, a fine mese, si convertiranno alla raccolta differenziata. “Sembrava una riunione condominiale in cui volevano farci perdere il controllo della situazione. Hanno tirato fuori argomenti che non c’entravano nulla come le esalazioni della Panizzina, le deiezioni dei cani sui marciapiedi e gli extracomunitari che non pagano i rifiuti”. In realtà il malcontento si è scatenato soprattutto attorno ai costi inaspettati che i condomìni dovranno affrontare per la messa in strada dei bidoni. Un onere che si aggira intorno ai 400-600 euro annui, salvo accordi volontari fra condòmini per gestire autonomamente l’impegno. “Sono problemi già emersi nelle precedenti riunioni – afferma l’assessore mortarese -. Stabili grossi e privi di cortile potranno richiedere uno stallo, riservato con strisce gialle, su cui posizionare i bidoni direttamente sul suolo pubblico”. Un tampone che comunque non risolve gli eventuali costi aggiuntivi su cui però l’assessore sentenzia. “Saranno si e no 3 euro a famiglia all’anno – ammette Tarantola -. Una cifra decisamente minima rispetto al risparmio potenziale che ci aspettiamo nelle bollette del 2015”. Già perché fino a che non sarà convertita l’intera città, sarà impossibile stimare i reali costi e l’eventuale risparmio ricavato dal porta a porta. “Le soluzioni per aderire alla differenziata ci sono. Sarebbe folle fermarsi ora per dei dinieghi che sembravano avessero il solo fine di colpire politicamente il nostro operato – specifica Luigi Tarantola -. Da sempre siamo aperti e disponibili nell’ascoltare e cercare di risolvere i problemi sollevati dai cittadini così come abbiamo fatto a San Pio, per le vie a fondo chiuso, e nelle altre zone già differenziate”. Ma è lo stesso Clir che, con una velata affermazione durante la conferenza, ha messo in tavola, come ulteriore possibilità, la riduzione della tariffa per i condomìni che si trovano costretti ad acquistare il servizio di messa in strada dei rifiuti, unico versante in cui l’amministrazione comunale potrebbe intervenire. “Attualmente non ho intenzione di perseguire questa strada perché, come ho già ribadito, il risparmio arriverà per tutti a partire dal prossimo anno – dichiara l’assessore -. Il vero successo della differenziata era visibile lunedì sera. Un auditorium al completo sintomo dell’attenzione di tutti i mortaresi al tema della nuova raccolta. Questo commenta già da solo ogni sporadica e inutile polemica”.


  AGENDA
Giovedì 24 luglio, ore 21 piazza Monsignor Dughera Cantabar di Mauro Starone, settima serata
Sabato 26 luglio, ore 21 piazza Monsignor Dughera Estival mortarese, settima serata: Johnny e i Tributo - Gigi De Biagi
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile