L'Informatore Lomellino
 
 


Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

Ospedali in provincia di Pavia,
dai tagli alle razionalizzazioni


Con la quarta puntata dell’inchiesta Sanità portiamo all’attenzione dei lettori una proposta operativa, concreta, praticabile, per dare all’assistenza ospedaliera in provincia di Pavia un nuovo assetto, più funzionale, migliorativo dei servizi ai cittadini, meno costoso per le casse pubbliche, cioè per i costi che ricadono sui cittadini. Un’alternativa concreta ai tagli che in modo ben poco chiaro vengono ventilati, smentiti, poi confermati. Purtroppo senza che mai siano detti con chiarezza gli obiettivi da raggiungere. Un fatto oltremodo disdicevole se pensiamo che i “padroni” della Sanità pubblica sono i cittadini e che in questo modo a loro si nascondono i programmi e i progetti. Come se i muratori che costruiscono una casa nascondessero il progetto a chi la vuol costruire. Ovvio che in questo clima il vero sospetto è che questi progetti siano almeno penalizzanti per i cittadini stessi e che per questo vengano tenuti segreti. In termini lomellini si direbbe che si vuole pelare l’oca (il cittadino) evitando che questo strepiti


Leggi l'Editoriale completo


Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili


sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
  IN PRIMO PIANO


Esplosione alla raffineria Eni si Sannazzaro. L'allarme del Comune: "Rimanete chiusi in casa"

SANNAZZARO – Un'esplosione violentissima quella avvenuta alle 15 e 40 alla raffineria Eni nell'area più vecchia dell'impianto ossia l'ala est del Polo industriale. Al momento le cause non sono note e sono in corso accertamenti anche sulla eventuale presenza di feriti. Sul posto stanno intervenendo vigili del fuoco e forze dell'ordine. Alla raffineria è stato attivato il piano di emergenza interna. Il comune di Sannazzaro attraverso i social network ha diramato un avviso in cui invita i cittadini a rimanere chiusi in casa oppure di trovare riparo nel locale chiuso più vicino. Il rischio, infatti, è quello di inalare sostanze altamente tossiche, sprigionate dalla combustione di idrocarburi. Si tratta del secondo incidente in pochi mesi. Nello scorso episodio era rimasto ustionato un operaio di 30 anni.

 

Strade colabrodo, sei sindaci scrivono alla Provincia. E parte l'indagine-disagi

SANT’ANGELO - Un Area vasta per buche... vaste. E pure troppo. Tanto da far perdere la pazienza a sei sindaci della Lomellina che prendono carta e penna e scrivono al presidente Vittorio Poma. Matteo Grossi, sindaco di Sant’Angelo, Roberto Francese di Robbio, Tamara Iori di Castello d’Agogna, Gabriele Bonassi di Castelnovetto, Gian Andrea Pagani di Zeme e Paola Patrucchi di Cozzo hanno scritto al presidente dell’Area vasta per sottolineare alcune criticità della rete stradale lomellina. In particolare i sindaci fanno riferimento a tre punti critici nel triangolo Mortara - Robbio - Castello d’Agogna. I primi cittadini sottolineano come la condizione del manto stradale tra Mortara e Sant’Angelo sia peggiorata drasticamente in seguito alla chiusura della 494 a Castello d’Agogna e alle piogge dei giorni scorsi. Il secondo punto evidenziato dai sindaci riguarda la SP596 da Robbio a Sant’Angelo fino all’incrocio con la SP494 presenta un notevole dislivello tra la sede stradale e i campi agricoli senza alcun guard rail, inoltre l’incrocio con la SP494, oltre a non essere illuminato, mostra primi segnali di cedimento strutturale. Terzo e ultimo il bivio Zeme-Cozzo in uscita da Castello d’Agogna per chi proviene da Mortara: “I lavori di sistemazione dell’incrocio - scrivono i sindaci - non hanno risolto i problemi di pericolosità, anzi hanno aumentato le criticità per gli automobilisti”. A coordinare l’iniziativa è stato il sindaco di Sant’Angelo Matteo Grossi, membro del gruppo di lavoro “infrastrutture”, coordinato dal sindaco di Sartirana Ernesto Prevedoni Gorone, dei sindaci della Lomellina.
Parallelamente alla missiva indirizzata al presidente dell’Area vasta (l’ex Provincia) Vittorio Poma, è partita anche un’indagine tra i primi cittadini per conoscere lo stato delle strade lomelline. I risultati di questo “sondaggio” finiranno poi sul tavolo della “commissione” dei sindaci che valuteranno le azioni da compiere per risolvere i guai di una rete viaria che sembra abbandonata a se stessa. “Abbiamo deciso di inziare questa indagine conoscitiva in seguito ai primi disagi sollevati da alcuni sindaci. - spiega Matteo Grossi - Tanto che abbiamo già scritto al presidente Poma per chiedere un incontro. Vogliamo portare alla sua attenzione il grave stato d’incuria delle nostre strade e, sapendo quali sono le condizioni economiche dell’Area vasta, vogliamo offrire la nostra collaborazione per risolvere un problema che si trascina da troppo tempo”. Non resta che attendere la risposta da Pavia.


  AGENDA
Sabato 3 dicembre, ore 21 Mortara Mortara on Stage - I love Chopin (Auditorium)
Sabato 17 dicembre, ore 21 Mortara Autunno musicale laurenziano - 3 serata - "Concerto di Natale" (Basilica di San Lorenzo)
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile