L'Informatore Lomellino
 
 


Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

L'esempio che parte
dalla scuola


Dunque nelle scuole non solo si porta droga, ma si spaccia. E se la scuola è un istituto di eccellenza, di quelli che devono formare chi ricoprirà ruoli di responsabilità, allora ci si deve fermare a riflettere. Per prima cosa osservando che in Lomellina l’aria è cambiata parecchio dopo l’arrivo del capitano dei carabinieri Rocco Papaleo a Vigevano e del maresciallo Massimo Rufini a Mortara e del maresciallo Andrea Chiereghin a Garlasco, che stanno portando a galla un territorio dove il “giro” di sostanze stupefacenti è impressionante. Altroché Lomellina tranquilla e legata alle tradizioni rurali! Qui la droga, visti i risultati dell’azione dei carabinieri, circola ad ogni angolo della strada, ed è merito di questi nuovi vertici dell’Arma se ogni giorno finiscono nella rete dei controlli consumatori e spacciatori.


Leggi l'Editoriale completo


A.A.A. Gli annunci
nella cuccia



Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili

LE NOSTRE GALLERIE DI IMMAGINI


Le lettere e i disegni
per la Festa del Papà


Quinta festa di Sant'Albino


 

sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
  IN PRIMO PIANO


Mortara, sindaci leghisti all'attacco del Clir:
"Più trasparenza e meno soldi al termodistruttore di Parona"

MORTARA – Clir di nuovo nell’occhio del ciclone, al centro di una tempesta scatenata dai sindaci leghisti che lunedì sera, presso la sede mortarese del partito, hanno lanciato un ultimatum a Federico Bertani. In un documento, redatto con tanto di consulenza legale che verrà presentato oggi al Clir, i sindaci Marco Facchinotti (Mortara), Lorenzo Demartini (Mede), Andrea Bazzano (Albonese), Marco Broveglio (Torre Beretti) e il segretario di circoscrizione Marco Maggioni hanno chiesto un’assemblea per approvare tre punti ritenuti imprescindibili. Si parte con la revisione del contratto capestro che lega il Clir a Lomellina Energia a causa del quale la tariffa per l’incenerimento è di 115 euro per ogni tonnellata di indifferenziata portata all’impianto di Parona. Inoltre i sindaci chiedono l’applicazione del “controllo analogo”, una norma che consente alle amministrazioni di avere poteri gestionali nelle decisioni più importanti dell’azienda. Infine è ritenuta fondamentale un’azione per realizzare un impianto per il trattamento meccanico biologico dei rifiuti. “Sono tre punti cardine – spiega Marco Baggioni - infatti pur riconoscendo l’importanza del Clir, non possiamo permettere che si ripetano gli errori commessi da altri negli anni ‘90. Ora le conseguenze le stanno subendo i cittadini che pagano tariffe molto salate. È il momento di cambiare e lo chiediamo con forza”. Intanto solo una decina di giorni fa il Comune di Voghera, dopo un bando pubblico, ha assegnato il servizio di incenerimento dei rifiuti alla ditta A2a, che si è aggiudicata la gara offrendo una tariffa di 82 euro a tonnellata. Nella stasa occasione Lomellina Energia si era presentata offrendo 85 euro a tonnellata. Una cifra molto inferiore rispetto ai 115 euro attualmente sborsati dal Clir per portare i rifiuti a Parona. “Bertani ha sempre frenato – spiega Lorenzo Demartini – quando abbiamo chiesto di intervenire per rivedere questo contratto capestro. Vogliamo che ora il presidente dal Consorzio faccia qualcosa per abbassare i costi che sono fuori mercato e che ricadono sulle tasche dei cittadini”. Ma non è tutto. Le parole del sindaco di Mede sono andate ben oltre, tanto che la stabilità del Clir sembra scricchiolare sotto il peso delle richieste dei sindaci della Lega. “Per avere informazioni sui contratti in essere ho dovuto attendere dei mesi – accusa Demartini – e questo è proprio il contrario di quanto prescritto dalla normativa sul controllo analogo che impone la massima trasparenza. Accedere ai dati di raccolta è quasi impossibile, eppure se entro la fine dell’anno non dovesse essere applicato il controllo analogo il Clir sarebbe fuori legge e a rischio chiusura”. Considerato altrettanto anomalo è il fatto che il 13 per cento delle azioni del Consorzio siano detenute direttamente dal Clir. Anche questa è vista dai sindaci del Carroccio come una situazione fuori norma. “Secondo i dati del Clir – conclude Demartini – nel mio Comune sono prodotte 3mila e 500 tonnellate di rifiuto, un dato in crescita rispetto al passato. Invece a Cava Manara, che è paragonabile a Mede, pare ne vengano prodotte solo 2mila e 500. Ora mi chiedo come questo sia possibile”. A Torre Beretti, dove il rifiuto è direttamente pesato grazie il sistema delle calotte, la produzione totale di rifiuti è invece diminuita del 30 per cento. Invece a Mede sembra sempre in aumento.

 

Mortara: libri addio, al Pollini arrivano gli "In-book"

MORTARA - Studenti di Mortara, dimenticate pure i vecchi (e pesanti) libri di testo. Adesso si studia sugli In-book. Proprio i libri inclusivi, cioè libri in grado di espandere al massimo il potenziale comunicativo, sono la nuova frontiera del corso di studi Tecnico dei Servizi Socio - Sanitari dell’istituto Pollini. “Questa rivoluzione scolastica – spiega Michaela Gornati – permette, grazie alla speciale conformazione dell’In-book, di raggiungere anche gli studenti che hanno difficoltà ad approcciarsi alla parola scritta”. Si tratta di una nuova iniziativa attivata da alcuni docenti e da 15 studenti dell’istituto che frequentano il triennio sociale coordinato dalla professoressa Elisa Manzino. “Sono entusiasta – afferma Manzino - dell’attenzione che la scuola e soprattutto gli studenti coinvolti manifestano nei confronti di questa esperienza in grado di attivare all’interno delle classi, mediante peer education, una maggiore sensibilità riguardo al tema più che mai attuale della condivisione del sapere”. Proprio l’insegnante si è resa protagonista di un’interessante esperienza sul campo: il progetto di formazione dedicato alla Comunicazione Aumentativa. “Sotto la supervisione del Centro Sovrazonale per la Comunicazione Aumentativa e in collaborazione con il Policlinico di Milano – prosegue Gornati - gli studenti diverranno autori di in-book, libri nei quali la parola è sostituita o affiancata da un’apposita simbologia in grado di rendere comprensibile il messaggio anche a bambini, adulti, anziani con più o meno marcati deficit comunicativi”. Gli studenti mortaresi, il prossimo 27 novembre, si recheranno nuovamente al Policlinico per completare la fase iniziale di formazione specifica sulle potenzialità della CA e sull’uso del principale software in uso per tradurre i libri in simboli; a gennaio, in istituto si svolgerà il laboratorio di produzione degli in-book che saranno poi utilizzati a scuola e diffusi localmente presso le biblioteche e le istituzioni volte alla cura e al sostegno della disabilità.


  AGENDA
Sabato 22 novembre, ore 10 Borsa merci Convegno: "Le mille virtù del riso italiano"
Domenica 23 novembre, dalle 10 e 30 Mortara Celebrazione della Virgo Fidelis. Ritrovo presso la sede dell'Associazione carabinieri in congedo (Via Roma 87)
Domenica 23 novembre, ore 11 Basilica di S. Lorenzo Festa del ringraziamento: Santa Messa e benedizione dei mezzi agricoli
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile