L'Informatore Lomellino
 
 


Aste Immobiliari Giudiziarie


L'Editorialedi Giovanni Rossi

Provarci bisogna. E si può

L’affollato convegno di venerdì alla borsa merci è certamente il più importante segnale politico in Lomellina, da decenni a questa parte. E i motivi sono parecchi.
Un primo significato è quello politico. Perché trovare la forza, nel territorio delle più forti individualità, di guardarsi in faccia e stringersi la mano non è poco ed è segnale confortante. Ovvio che certi presenti lo hanno fatto con disponibilità e stile, altri con evidente imbarazzo. Ma è successo ed è quello che conta.
Lo slogan di fondo era “lavoriamo insieme per il bene comune” e quella sala della borsa merci è stata il contenitore comune, il prototipo di una politica locale unita nelle diversità. E ascoltare le parole dei tecnici presenti ai massimi livelli è stata una frustata dolorosa per chi si illudeva e si illude di un primato della politica che si immagina priva di responsabilità.


Leggi l'Editoriale completo


Lettere al Direttore

sezione due

Che tempo farà ...

Inserzioni Pubblicitarie

Link utili


sezione abbonati

Password:

L'INFORMATORE LOMELLINO
ON-LINE A CASA TUA PER UN ANNO A SOLI 30 EURO

Non sei ancora abbonato?
Clicca qui ...

 
4 pagine

Per tutti i lettori, quattro pagine dell'ultima edizione.


storico

DICEMBRE 2013

Il giornale sul tuo computer, tablet o smartphone a soli 30 euro per un anno
  IN PRIMO PIANO

Mortara: il sindaco vuole la Tac all'ospedale. Chiude il Cup al Sant'Ambrogio?

MORTARA - Il ritornello è sempre lo stesso: “la sanità è un’eccellenza lombarda e non chiederemo nessun servizio”, ma intanto le voci che si rincorrono lasciano intravedere scenari ben diversi. A partire dal futuro del Cup (Centro unico prenotazioni) presso la sede dell’ex ospedale Sant’Ambrogio che sembra destinato alla chiusura. Una scelta che, se confermata, andrebbe in direzione opposta rispetto all’indicazione di mantenere inalterati i servizi sanitari presenti sul territorio. Promessa ribadita anche la settimana scorsa dai vertici di Asst e Ats che, ha Pavia, hanno incontrato sindaci e assessori del territorio. E non poteva mancare il primo cittadino di Mortara Marco Facchinotti che si è presentato “sparando” una bordata che ha lasciato tutti a bocca aperta. “Nel mio intervento con i dirigenti di Ats e Asst – spiega il sindaco Marco Facchinotti – ho avanzato la richiesta di poter avere all’ospedale di Mortara lo strumento per la Tac che ora c’è a Vigevano, e che presto sarà sostituito da uno nuovo. Per questo penso che la vecchia Tac di Vigevano potrebbe essere trasferita all’Asilo Vittoria”. L’’idea, però, non è stata accolta con molto entusiasmo, tanto da suscitare qualche sorriso ironico. Ormai gli incontri tra amministratori locali e vertici dell’azienda sanitaria incominciano ad essere molto numerosi. Eppure ancora nessun progetto concreto “dell’ottimizzazione del servizio” è stato presentato. “Per ora – continua il sindaco - abbiamo ricevuto solo moltissime rassicurazioni. Rassicurazione sul mantenimento dei servizi, rassicurazioni sul mantenimento dei posti di lavoro e così via. Ma Ancora non abbiamo visto come cambieranno realmente le cose. Il mio impegno rimane però quello di mantenere i servizi esistenti e, se possibile, migliorarli. Per farlo ho azzardato la richiesta della tac, uno strumento che servirebbe moltissimo all’ospedale di Mortara”.

 

Mortara, 800mila euro per il cimitero: oltre 300 nuovi loculi

MORTARA - Per il cimitero monumentale ci vuole anche un progetto altrettanto monumentale. Infatti la settimana scorsa l’amministrazione ha votato la delibera che certifica la realizzazione di 308 nuovi loculi e sette cappelle di famiglia. Un’opera da circa 800mila euro. E assieme al progetto il comune rende noto anche il “listino prezzi”. Si va da in minimo di mille e 500 euro per la fila più alta, fino ad un massimo di 2 mila e 500 euro, per la seconda fila. Tutte le concessioni avranno durata quarantennale, mentre le prenotazioni potranno essere fatte presso gli uffici comunali a partire da mercoledì 2 novembre e dovranno essere avanzate entro il termine del 30 novembre. Rispetto al numero complessivo di 308 nuovi loculi la possibilità di procedere alla prenotazione è stata limitata al numero massimo di 208 al fine di mantenere in capo all’ente pubblico una riserva di sepolture per le esigenze ordinarie. Dopo la prenotazione dovrà essere versato un acconto pari al 50 per cento dell’importo totale del loculo. Il saldo, invece dovrà essere corrisposto all’atto della sottoscrizione del contratto di concessione, una volta terminato e collaudato il manufatto. Nel corso dei primi mesi del 2017 inizieranno i lavori mentre in consiglio comunale dove ancora essere approvato il Piano regolatore cimiteriale. “Si tratta di uno strumento normativo – spiegano dall’amministrazione – simile al Piano di governo del territorio. La sua funzione è quella di prevedere lo sviluppo della struttura cimiteriale pianificando l’occupazione delle aree”. E si spera che possa anche impedire lo smarrimento delle ossa, increscioso problema che ha dovuto recentemente affrontare questa amministrazione.


  AGENDA
Venerdì 23 settembre Mortara Tri pas in piasa
Sabato 24 settembre Mortara Tri pas in piasa
Sabato 24 settembre, ore 21:30 Mortara Concerto di Drupi (piazza Silvabella)
Domenica 25 settembre, ore 15 Mortara Corteo storico
Domenica 25 settembre, ore 16:30 circa Mortara Palio "Città di Mortara" (piazza Silvabella)
 

 

             
 
INFORMATORE LOMELLINO - Dir. resp. Giovanni Rossi
Via Roma, 35 - Mortara (PV) - Tel 0384 98282 - Fax 0384 99449 - Mail: info@informatorelomellino.it

 

 

 
Level A conformance icon, W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 Verifica la validità dei fogli di stile